Abruzzo: strategia di adattamento ai cambiamenti climatici – Abruzzo Resiliente

Abruzzo: strategia di adattamento ai cambiamenti climatici


Dopo un intenso lavoro di coordinamento con i principali tavoli nazionali e di raccordo con tutti gli attori del territorio che hanno collaborato attivamente condividendo i dati in loro possesso, l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara, con la collaborazione del Centro Documentazione Conflitti Ambientali Abruzzo, ha delineato il profilo climatico regionale, documento propedeutico alla realizzazione del Piano d’Adattamento ai Cambiamenti Climatici.
Lo studio dei dati proviene principalmente dalle 180 stazioni meteo-pluviometriche presenti sul territorio regionale alle quali si aggiungono altri studi specifici che hanno permesso l’acquisizione di dati storici (aggiornati al 2017) inerenti: temperature, precipitazioni, portata e altezza igrometrica dei fiumi, abitanti, presenze turistiche, imprese operanti nel settore turistico, incendi, estensione del ghiacciaio Calderone, biodiversità montana ed eventi calamitosi.
“I dati raccolti mostrano che mediando le osservazioni su tutto il territorio regionale è evidente un
riscaldamento dell’atmosfera abruzzese, con una intensificazione a partire dal 1990. L’intensità, le variazioni stagionali e quelle zonali, danno un quadro dettagliato della evoluzione climatica
regionale degli ultimi 60 anni e permettono la realizzazione di un PACC puntuale che tenga conto
delle peculiarità locali.”

al link seguente le linee guida fornite dalla Regione Abruzzo

PACC linee guida completo_1 feb 2017

credit image bikelife.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *